Richiedi Il Tuo Preventivo

Richiesta tipo intervento

Tipologia caldaia esistente

Caldaia che voglio installare

Ambiente di installazione

La mia canna fumaria e questa

I metri di canna che devo intubare

Tipologia di abitazione

Quanti bagni abbiamo in casa

Lavaggio impianto caloriferi al bisogno

La mia casa e ha piu' piani

I metri quadri della mia casa sono

Devo sostituire anche il termostato ambiente

Lascia il tuo messaggio, oppure il tuo numero di telefono, il tuo nome e la marca della caldaia che desideri installare, in alternativa richiedici il servizio che hai piu' bisogno per la tua casa, comunicaci un orario che preferisci essere ricontattato/a. Ti Richiamiamo noi senza impegno per un preventivo o ulteriori informazioni!!!

Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.Nuovo-Codice-GDPR-2018 TERMOBRIANZA TUTELA LA TUA PRIVACY

Detrazioni Normative & Privacy

/Detrazioni Normative & Privacy
* Con l’invio della richiesta preventivo date il vostro consenso al trattamento dei vostri dati personali.
* Le parti acconsentono al trattamento reciproco dei dati ed ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 sono informate del fatto che il dato viene trattato esclusivamente per l’assolvimento degli obblighi contrattuali e per adempiere agli obblighi amministrativi e fiscali.
* Potranno essere comunicati a terzi professionisti delle parti ai fini della gestione contabile, amministrativa e contrattuale del rapporto in essere e per gli obblighi fiscali e legali.
* Per esercitare i diritti di cui all’art. 7 D.Lgs 196/2003, ovvero, tra gli altri, avere accesso ai vostri dati, chiederne la modifica, la cancellazione, opporvi al loro trattamento, scrivere o inviare una e-mail a termobrianza@gmail.com
Le nuove direttive europee sull’Ecodesign e l’etichettatura energetica dei prodotti per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria

Tutti pronti per l’Etichettatura Energetica
Leggi
erp-e-etichettatura-energetica

 
SI PUO’ ANCORA MONTARE CALDAIE TURBO FINO A ESAURIMENTO SCORTE , DOPO DI CHE SI MONTERANNO CONDESAZIONI E ‘LE CAMERA APERTE, DIFFIDATE DI CHI DICE IL FALSO!!!

INVECE LE CALDAIE A “CAMERA APERTA O TIRAGGIO NATURALE”  NON C’E SCADENZA” E SARANNO PRODOTTE E’ INSTALLATE NEI CASI DI CANNA FUMARIE MULTIFAMIGLIARI RAMMIMICATE…..

Comunicazione ACCREDIA/CIG sulla norma UNI 11554

Comunicazione relativa ai presunti obblighi imposti dalla norma UNI 11554

Rivoluzione nel settore del riscaldamento domestico, con l’obbligo da settembre 2015 dell’installazione delle caldaie a condensazione. Elevato risparmio energetico e sfruttamento dell’energia rinnovabile naturalmente presente nell’ambiente, sono gli obiettivi della novità prevista  a livello europeo che cambierà il mondo del riscaldamento domestico. Dopo lunghissime trattative è stato approvato infatti il regolamento Ecodesign che introduce una nuova etichettatura energetica sugli standard minimi di efficienza per le caldaie. In particolare si prevede una classificazione energetica da A+ a G per gli apparecchi per riscaldamento degli ambienti e da A a G per gli apparecchi per produzione di acqua calda sanitaria. Da qui l’obbligo di installare solo caldaie a condensazione, generatori di calore in grado di recuperare gran parte del calore latente contenuto nei fumi che, altrimenti, andrebbe disperso nel camino come avviene nelle caldaie tradizionali.

Il calore recuperato viene ceduto all’impianto di riscaldamento, consentendo di raggiungere un rendimento del 106% contro il 92% della caldaia tradizionale e l’84/85% di un vecchio generatore  tradizionale. L’obbligo di installazione riguarda i produttori di caldaie che non potranno più immettere sul mercato quelle non a condensazione a partire dal 26 settembre 2015. Ciò significa che a partire da questa data, chi vorrà installare una caldaia in casa propria, dovrà installare solo modelli a condensazione. Continuerà ad essere prodotto solo un tipo particolare di caldaia non a condensazione che viene tecnicamente chiamata “a camera aperta” da installare  quando non sia possibile andare a sostituire una vecchia caldaia con una caldaia a condensazione per problemi legati alla canna fumaria collettiva di alcuni edifici multifamiliari.

MANUTENZIONE CALDAIA QUANDO E COME FARLA…..

 DOMANDA E RISPOSTA…….

L’obbligo della manutenzione annuale riguarda tutti gli apparecchi a gas?

No. Riguarda solo gli impianti termici (cioè impianti per riscaldamento ambiente o impianti di produzione sanitaria per più unità abitative). E’ comunque importante effettuare la manutenzione anche su scaldabagni, stufe, caminetti, al fine di garantirne efficienza, longevità dell’apparecchio e sicurezza nell’utilizzo.

Posso fare io stesso la manutenzione della mia caldaia?

Per essere abilitati ad operare su caldaie a gas (anche domestiche), occorre essere iscritti alla camera di commercio ed avere l’abilitazione secondo la legge 46/90, alle voci acqua, luce e gas.

Ogni quanto tempo deve essere fatta la manutenzione sulla mia caldaia?

La manutenzione della caldaia deve essere fatta ogni anno secondo le prescrizioni del costruttore ed in ottemperanza al DPR 412/93-551/93 e D.Lgs. 192/05-311/06 e successive modifiche, mentre ogni due anni deve essere effettuata la prova fumi. Il Centro di Assistenza Berettaservice gestisce la presentazione in provincia e regione delle documentazioni richieste dalle normative locali.

Che differenza c’è tra manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria?

La manutenzione ordinaria e la classica manutenzione che il tecnico esegue ogni anno ed è Obbligatoria per Legge, per manutenzione straordinaria si intendono tutte quelle operazioni che ripristinano il corretto funzionamento della caldaia sostituzione pezzi ma anche la sostituzione della stessa caldaia.

A chi spetta il costo della manutenzione ordinaria?

La manutenzione ordinaria spetta all’occupante a qualsiasi titolo della unità immobiliare.

TERMOBRIANZA TUTELA LA TUA PRIVACY

 
Legge n. 675 del 31 dicembre 1996 – Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali

Nuovo-Codice-GDPR-2018

Al momento di richiesta preventivo accettate al trattamento dei vostri dati personali con termobrianza al solo scopo di vendita, installazione, sostituzione caldaia, informazioni, accettazioni/conferme preventivo via email /o per telefono /o via WhatsApp, Trasmissione dati hai nostri centri assistenza di fiducia per contratti di manutenzione dei nostri prodotti e fatturazione, etc.etc…nel rispetto della legge.

Caldaie, obbligatorio da ottobre il nuovo libretto per tutti gli impianti

Cosa devono fare le famiglie per richiedere il nuovo libretto? Quali sono le sanzioni per chi non effettua gli interventi? Il vademecum

Pubblicato il in Economia

La prima è che nel libretto verranno registrati tutti gli impianti presenti nelle abitazioni degli italiani: non più solo caldaie e sistemi di riscaldamento, dunque, ma anche sistemi di climatizzazione, impianti solari e così via.
La seconda è che, accanto all’efficienza degli impianti, questa nuova disposizione prevede una diagnosi completa che ne andrà a verificare sicurezza, salubrità e igiene.
Ma cosa devono fare le famiglie per richiedere il nuovo libretto? Quanto costa? Quali sono le sanzioni per chi non effettua gli interventi? Chi deve pagare il controllo e la manutenzione?
A tutte queste domande ha risposto Lorenzo Epis, consulente di Domotecnica.

VEDI ANCHE: Dal 15 ottobre obbligatori i nuovi libretti per caldaie e impianti termici

Per richiedere un preventivo compila il modulo sottostante...
Chiama Ora Termobrianza